Paestum e dintorni cosa Vedere

Paestum è anche punto di partenza per raggiungere tante altre bellissime località

Paestum, cosa vedere e fare nei dintorni

Paestum è sì un luogo che attira migliaia di persone da tutto il mondo per il suo incantevole Parco Archeologico e il ricchissimo Museo, ma è anche punto di partenza per raggiungere tante altre bellissime località dove trascorrere giornate all’insegna della cultura, del relax e dell’avventura.

Tra queste segnaliamo quelle che più riteniamo rappresentative e in grado di offrirvi una vacanza indimenticabile.

 

Le Terme di Contursi

Contursi Terme, paese equidistante da Salerno e Paestum, porta un nome che non lascia dubbi e soprattutto merita ampiamente quanto riportato sui cartelli stradali che lo indicano come “il paese della salute”.

Contursi è infatti il paese delle terme, i cui abitanti sin da tempi antichi hanno usufruito delle straordinarie qualità curative delle diverse sorgenti che sgorgano nel suo territorio dal Monte Pruno. Essi, bevendone l’acqua o utilizzandola per lavarsi, non hanno mai seguito alcuna forma terapica scientificamente approvata; si sono unicamente basati su quanto emergeva dall’uso di ciascuna specifica sorgente: ognuna, dopo l’utilizzo, curava nel tempo determinate patologie.

Oggi, le molte strutture termali che caratterizzano l’attività anche economica di Contursi Terme si differenziano proprio per la specificità curativa della propria offerta, strettamente legata alla sorgente intorno alla quale insistono. Abbiamo, quindi:

  • sorgente Sant’Antonio: sgorga a 40° e, grazie alla sua natura sulfurea, alcalina e radioattiva, risulta utile alla cura di mucose, apparato genitale, asma, anemia e linfatismo. Indicata, anche, per il recupero da fratture e lussazioni;
  • sorgente Pruno-Sottano: consigliata per reumatismi e artriti, presenta una temperatura nativa inferiore, 31°, e componenti iodiche, alcaline, calcaree, boriche e magnesiache;
  • sorgente Radium: con i suoi 23° è indicata per la cura di malattie respiratorie, reumatiche e dei disturbi genitali femminili. Viene utilizzata per trattare l’obesità;
  • sorgente Vulpacchio: con i suoi soli 12° viene impegnata nel superamento di patologie epatiche, gastro-intestinali, respiratorie, dermatologiche e motorie;
  • sorgente Cantani: cura problemi digestivi, gastro-intestinali e i catarri con la sua costituzione sulfurea e carbonica;
  • sorgente Prodigiosa: fresca e dotata di solfato di calce e acido carbonico, è efficace per ristabilire la sanità delle mucose.

Oltre alle acque delle singole sorgenti, viene fatto largo uso anche dei fanghi che qui hanno il caratteristico e singolare colore bianco. I trattamenti sono sconsigliati a chi ha gravi scompensi cardiaci.

Le Grotte di Castelcivita

Nell’entroterra, a circa 30 km alle spalle di Paestum, si trova una delle aree speleologiche più grandi di Italia: le Grotte di Castelcivita.

Con i loro 4800 metri di estensione, sorgono lungo le rive del fiume Calore, ai piedi dei Monti Alburni, donano la vista di meravigliose stalattiti e stalagmiti e spettacolari fenomeni idrogeologici. Oggetto di studio sin dall’Ottocento, le Grotte di Castelcivita hanno conservato, consentendocene il recupero, numerose testimonianze di vita preistorica.

Presentano ben tre percorsi differenti, a seconda della difficoltà, che consentono la visita di ambienti di natura calcarea spettacolari e unici.

  • percorso turistico: aperto tutto l’anno, si estende per 1200 metri;
  • percorso amatoriale: i suoi 3 km consentono l’attraversamento di alcune cascate sotterranee e il raggiungimento del Lago Sifone. attraversa cascate e giunge al Lago Sifone. Necessita di prenotazione tra giugno e ottobre;
  • percorso speleologico: il più arduo e lungo di tutti, è consentito solo a speleologi esperti e giunge sino al Lago Terminale.

È possibile unire alla visita delle Grotte di Castelcivita la degustazione di deliziose pietanze locali grazie all’attività di ristorazione presente nei pressi del varco di accesso.

Veleggiare nelle acque cristalline del Cilento

Uno dei tesori più preziosi di Paestum e dell’intero Cilento è senza dubbio il mare.

Lungo le coste cilentane è possibile imbattersi in località turistiche dalla straordinaria bellezza e dall’accoglienza unica, in calette e spiagge che nulla hanno da invidiare a quelle più note e sponsorizzate nel mondo. Ma, soprattutto, le acque del mare cilentano sono cristalline, magiche e conservano tutta l’aura mitologica di cui si può averne conoscenza nelle maggiori opere epiche giunte sino a noi.

Con l’esponenziale crescita del turismo a Paestum e nell’area circostante, è esploso di gran lunga anche la nautica da diporto cui si è accompagnata una netta crescita della qualità ricettiva dei porti disseminati lungo la Costa del Cilento. Tra questi Agropoli è sicuramente il porto principale e qui, come in molti altri, hanno sede società di charter nautico che noleggiano barche a vela per settimane, escursioni giornaliere o singoli eventi speciali della vita di tutti noi.

Vivere Paestum e il Cilento in barca a vela significa completare la propria esperienza sensoriale di una vacanza che non potrà non rimanere nei pensieri di chi l’ha vissuta. Cullati dalle onde e accarezzati dal vento respirando l’aria mitica e pura di questa zona resterà sicuramente un ricordo indelebile.

Tra le numerose offerte, segnaliamo la possibilità, partendo da Agropoli, di effettuare un tour pomeridiano in barca a vela con attori che leggeranno per voi romantici brani poetici sino al tramonto.

Oasi di Serre-Persano

Oasi WWF inserita tra le Zone di Protezione Speciale, ha un’estensione di circa 110 ettari nella parte alta della Piana del Sele (tra i comuni di Campagna e Serre) ed è riconosciuta soprattutto come habitat di quello splendido e raro mammifero quale è la lontra.

Proprio la presenza di questo animale nelle acque del fiume Sele e nei suoi affluenti è un indicatore ecologico oltre che una garanzia per l’oasi che rientra così tra le Aree Umide di Importanza Internazionale.

L’oasi è aperta ai turisti tutto l’anno e presenta al suo interno, per scopi didattici, la ricostruzione di un villaggio del Paleolitico. È munita, inoltre, di un centro visite e una decina punti di osservazione con capanni d’avvistamento. Due i sentieri naturalistici che è possibile affrontare: il percorso lungo (1 km) e quello breve (400 m).

 

Per i tuoi trasferimenti nel pressi di Paestum e ed in tutto il Cilento scegli i servizi taxi su chiamata di Paestum Holidays

 

Pacchetti vacanza

Viaggi Organizzati, Itinerari Enogastronomici. Visita Paestum e Pompei, immergiti nella Storia. Scopri l’arte del vivere sano e del mangiar bene.

Escursioni e Tour

Immergiti nel blu della costiera amalfitana e di Capri. Visita Napoli in un giorno o riscopri antichi sentieri e sapori tra gli splendidi itinerari del Cilento.

Trasferimenti

Servizio trasferimenti  per le tue vacanze in Campania: noleggio auto e bus con autista, Servizio taxi Paestum e Agropoli. Servizi di DMC/DMO.

Articoli correlati

La lavorazione della Mozzarella di Bufala di Paestum

La lavorazione della Mozzarella di Bufala di Paestum

Come nasce uno dei prodotti d'eccellenza della tradizione italiana e campanaCome nasce la mozzarella di bufala ? Alla scoperta della storia di un prodotto d'eccellenza Chi visita Paestum è portato a farlo dall’amore per il “bello” ma vogliamo suggerire di estendere lo...

Cosa vedere a Paestum: Storia,Tradizioni e Relax

Cosa vedere a Paestum: Storia,Tradizioni e Relax

il luogo ideale dove realizzare la vacanza perfetta per chi cerca cultura e relax, scopri cosa vedere a Paestum... Paestum la Rosa del Mediterraneo Nota in tutto il mondo per la sua incantevole area archeologica, Paestum è il luogo ideale dove realizzare la vacanza...